'Killing Eve' esce con il botto in un finale della stagione 2 estremamente sanguinosa (RECAP)

Killing Eve Ep 8 Avviso spoiler Gareth Gatrell / BBCAmerica

(Avvertenza: di seguito sono riportati gli spoiler MAJOR per il Killing Eve Stagione 2 Finale, 'I'm Mine.')

Killing Eve è all'altezza del suo titolo in un sanguinoso finale di stagione che culmina nel potenziale omicidio del personaggio titolare dello show. È un drammatico cliffhanger destinato a rispecchiare la fine della prima stagione, in cui Eva (Sandra Oh) ha infilato un coltello nello stomaco di Villanelle (Jodie Comer). Qui i tavoli vengono cambiati e le armi vengono potenziate, mentre la sicaria sfrenata spara un proiettile sulla schiena di Eva, lasciandola sanguinare mentre tagliamo i crediti.



Come ho detto dopo episodio della scorsa settimana, Eva ha avuto una grande decisione da prendere. All-in sulla sua relazione psicosessuale con Villanelle e cavalcare insieme verso il tramonto (o sulle montagne innevate dell'Alaska su suggerimento di Villanelle). O voltare le spalle all'assassino internazionale una volta per tutte e tornare alla sua vita normale. Ogni scelta doveva avere gravi conseguenze, ma voltando le spalle, Eva presenta un bersaglio aperto a Villanelle per mirare e sparare.

Per tutto il finale, Villanelle si convince che lei ed Eva sono la stessa cosa. Puoi capire da dove viene, dopotutto, Eva è in parte responsabile di aver incoraggiato l'assassino impazzito, soprattutto portandola nelle indagini di Aaron Peel (Henry Lloyd-Hughes). Villanelle ha sempre avuto questo deformato senso dell'amore - ricordi come ha visto la pugnalata come un segno di affetto? E così quando Eva viene per salvarla, serve come ulteriore prova del supposto amore e devozione dell'agente dell'MI6.



Mentre riporta Eve e Villanelle insieme, l'intera trama di Peel viene trattata piuttosto regolarmente all'inizio dell'episodio. Basta Villanelle con un clic del mouse per scoprire i film di tabacco fatti in casa di Aaron sul suo disco rigido. Per un personaggio estremamente privato che sa tutto sulla protezione dei dati, è assurdo che lascerebbe questi file all'aperto affinché tutti gli ospiti di passaggio possano vederli. A meno che non intendesse che Villanelle li trovasse come una specie di prova? Ma li trovò mentre lui la conosceva ancora come Billie l'ex alcolista, non Villanelle l'assassino psicopatico.

Killing Eve Aaron Peel

Gareth Gatrell / BBCAmerica

Più preoccupante delle attività extracurricolari di Aaron è il fatto che The Twelve sia in città, incluso l'ex gestore di Villanelle, il brutale Raymond (Adrian Scarborough). Uno degli assassini dei Dodici spara a Hugo (Edward Bluemel), ed Eva lascia piuttosto insensibilmente la sua collega in una pozzanghera sanguinolenta mentre va a salvare Villanelle. Raccogliendo ciò che ha appreso da The Ghost sull'essere 'invisibile', Eva getta un'uniforme da addetto alle pulizie e si dirige casualmente nella dimora della buccia senza alzare un sopracciglio.

Certo, Villanelle non ha bisogno di essere salvata; lei è saldamente in controllo della situazione. Facendo cadere il suo atto sotto copertura, Villanelle informa Eva su tutti i film segreti di Aaron. 'Gli omicidi vanno bene, ma voglio più storie', dice come se stesse rivedendo l'ultimo film horror di Hollywood. Aaron riconosce uno spirito simile a quello di Villanelle e le chiede di venire a lavorare per lui. 'Nessuno di noi si annoierà mai più', promette. 'Ti darò tutto. Puoi avere tutto. Tutto quello che deve fare è uccidere Eva. 'Pensi che ti ucciderei, Eva?' Chiede Villanelle. 'Sì', risponde Eva in una minacciosa prefigurazione.

L'ironia della situazione si perde completamente su Villanelle. Non si rende conto che il desiderio di Aaron di stare con lei è quasi simile ai suoi sogni di stare con Eva. O se lo fa, non è certamente disposta ad ammetterlo. E così si taglia la gola di Aaron e lo trascina verso uno specchio in modo che possa vedere la vita defluire dai suoi occhi. 'Perché sono venuto qui?' chiede una vigilia scioccata, credendo che l'intera indagine sia stata ora compromessa. 'Perché volevi salvarmi', risponde Villanelle, 'e l'hai fatto.'

Eva ritorna nella sua camera d'albergo per cercare di salvare le registrazioni dei Peel, solo per essere accolta da Carolyn (Fiona Shaw). Come è stato accennato negli episodi precedenti, c'era sempre uno schema più grande in movimento. Nonostante le sue proteste contrarie, Carolyn stava più che bene con Villanelle che uccideva il miliardario tecnologico e poneva fine ai suoi piani per armare i dati privati. 'Villanelle ha fatto quello che fa meglio, e anche tu,' dice il boss disinvolto dell'MI6 a Eva.

Killing Eve Villanelle

Gareth Gatrell / BBCAmerica

Il tradimento è difficile da inghiottire per Eva, in particolare perché è stata usata come pedina e messa in una situazione in cui avrebbe potuto essere facilmente uccisa. Quando Carolyn le dice di venire con lei e di lasciare Villanelle dietro per affrontare l'ira dei Dodici, Eva testarda rifiuta. 'Non puoi essere dalla sua parte e dalla nostra', dice Carolyn. 'Hai un cappio al collo e mi offro di toglierlo.' Per quanto fredda possa essere qualche volta Carolyn, spesso non ha torto, ed Eva che trasmette l'offerta di protezione qui è ciò che alla fine la condanna al patibolo.

Villanelle sente anche il destino dell'inganno quando Konstantin (Kim Bodnia) rivela la sua parte nel piano di Carolyn. Rinunciò a Villanelle ai Dodici in cambio della sua famiglia. 'Pensavo fossimo amici?' Dice Villanelle. 'Siamo ... ma non la famiglia', risponde. Konstantin le dà la possibilità di salvarsi, dandole una pistola e un veicolo per fuggire. Tutto quello che deve fare è lasciare Eva alle spalle. Ma lei non può farlo. 'Che cosa c'è in lei?' Chiede Konstantin. 'Siamo uguali', dice Villanelle con un sorriso.

Eve e Villanelle non sono uguali, però, e questo diventa chiaro in quella che è forse la migliore scena della stagione (o almeno la più deliziosamente violenta). Per salvare Villanelle dall'essere soffocato a morte, Eva è costretta a prendere un'ascia e uccidere Raymond. 'Sai quanto tempo ci vorrebbe per uccidermi con un'ascia?' dice il bruto britannico, iniettando un po 'di umorismo oscuro nella situazione. Ma quando Villanelle inizia a svanire, Eva lo fa; fa oscillare l'ascia e taglia Raymond, in spalla, con grande frustrazione di Villanelle.

Mentre Raymond si inginocchia, Villanelle dice a Eva che deve finirlo; altrimenti verrà dopo di loro e li ucciderà entrambi. È un omicidio assolutamente orribile, anche per gli standard di Villanelle, figuriamoci per un ex funzionario del governo di medio livello che non ha mai ucciso prima. C'è una prima occhiata sorpresa da Villanelle mentre Eva entra nella testa bulbosa di Raymond, e poi un sorriso le si insinua in faccia, come se questa fosse la conferma che lei ed Eva sono uguali - due piselli assassini dello stesso baccello.

Killing Eve Ep 8

Gareth Gatrell / BBCAmerica

Tuttavia, a differenza della fredda Villanelle, Eva è profondamente influenzata dalle sue azioni. Non può semplicemente spazzolarlo via come se stesse correndo su un pedone Grand Theft Auto. Eva è visibilmente scossa e vuole vomitare (ha sempre detto che non aveva lo stomaco per omicidio). Si muove barcollando in uno stato confuso, seguendo Villanelle attraverso i tunnel sotterranei di Roma in uno stato di confusione. Non è fino a quando la coppia non esce tra le rovine del Colosseo ed Eva nota che la pistola di Villanelle ritorna alla realtà.

Se Villanelle aveva sempre una pistola, allora perché non ha sparato a Raymond? Improvvisamente si rende conto che è stata di nuovo usata come fantoccio - Villanelle voleva che lo uccidesse. 'Volevo che sapessi come ci si sente', confessa Villanelle, aggiungendo di essere orgogliosa dell'agente segreto ormai assassino. C'è un cambiamento qui. Eva non guarda più Villanelle con fascino, eccitazione o persino paura ... è uno sguardo di vergogna e disgusto. 'Stai rovinando il momento,' dice Villanelle come se Eva avesse appena fatto uno scherzo inappropriato durante una romantica cena da picnic.

Eva abbatte i muri della contorta fantasia di Villanelle; non ci sono mai stati felici e contenti: nessuna fuga in baita o una follia omicida di Bonnie & Clyde. 'Vuoi che sia un disastro. Vuoi che abbia paura. Ma sono come te adesso. Non ha paura di niente. È quello che volevi? Scatta Eva. Quando Villanelle esprime il suo amore per lei, Eva scuote la testa, dicendo a Villanelle che non capisce di cosa si tratta - e hai la sensazione che Eva stia parlando a se stessa tanto quanto è Villanelle in questo momento. 'Sei mio,' grida Villanelle. 'No', risponde Eva in maniera concreta, interrompendo definitivamente la relazione.

Incapace di ottenere ciò che vuole, Villanelle ricorre a ciò che conosce meglio, l'omicidio. Se non può avere Eva, allora nessuno può, e così le spara alla schiena e se ne va apparentemente senza rimorso. Il vecchio concetto di pistola di Cechov telegrafa un po 'il finale, ma non rimuove del tutto il fattore shock, ed è giusto che questo incontro potenzialmente fatale abbia luogo nell'arena dove per secoli i combattenti si sono scontrati in scontri violenti.

Ora, è altamente improbabile che Eve sia morta dato che lo show è già stato rinnovato per una terza stagione (e il nome di Eve appare nel titolo). Ma una parte di me si chiede se Killing Eve sarebbe meglio servito prendendo la coraggiosa decisione di uccidere il suo personaggio titolare. Non fraintendetemi; Adoro Sandra Oh, ma quanto puoi andare oltre la relazione Eva / Villanelle senza percorrere lo stesso terreno? Non puoi avere le due donne unendo le forze senza compromettere totalmente il carattere di Eva, ma fare un'altra caccia al gatto e al topo sarebbe ovvio e banale.

Mentre la seconda stagione è stata divertente, e lo showrunner Emerald Fennell ha fatto un ottimo lavoro nel mantenere il tono umoramente oscuro dello show, certamente non ha avuto la stessa scintilla o coesione narrativa della rivoluzionaria prima stagione. Killing Eve riesce sulla base delle sue prestazioni centrali ed è difficile allontanarsi quando Comer e Oh illuminano lo schermo; Temo solo che senza un significativo cambio di trama nella terza stagione, lo spettacolo rischia un caso di rendimenti decrescenti. Se Villanelle deve lasciare andare Eva, allora forse lo facciamo.

Note aggiuntive

-Nessun seguito di Niko (Owen McDonnell) o dell'omicidio di Gemma della scorsa settimana. Questa è un'ulteriore prova del fatto che Eva non è morta perché si presume che questi thread della trama saranno raccolti la prossima stagione.

-Parlando di intrecci fili della trama, c'è una linea di dialogo tosse e ti perderai quando Konstantin dice addio a Villanelle. Quando dice di non sapere che cosa significhi avere una famiglia perché tutti i suoi sono morti, Konstantin dice: 'La maggior parte di loro'. Ciò suggerisce che potremmo incontrare alcuni della famiglia allargata di Villanelle nella terza stagione.

-Non Kenny (Sean Delaney) neanche nell'episodio finale, ma apprendiamo da Carolyn che sapeva dello schema segreto e fa parte dell'operazione di pulizia. Ha provato ad avvisare Eva di non andare a Roma!

'Scommetto che i tuoi figli sono brutti', dice Villanelle a Raymond. 'Lo sono', risponde, padre dell'anno.

-La cosa più spiacevole del fatto che Eva sia stata colpita è che non riuscirà mai ad andare a quella data con l'assassino calvo di Brummie che l'ha chiacchierata mentre si metteva in posa come receptionist dell'albergo.

Killing Eve, Domenica, 8 / 7c, BBC America e AMC